BANDO IMPRESA SICURA

bando impresa sicura commercialista ostia

Al fine di agevolare la riapertura in sicurezza di tutte attività economiche, INVITALIA ha stanziato un fondo di 50 milioni di euro da erogare alle imprese, finalizzato alla copertura delle spese per l’acquisto dei dispositivi di protezione e di altri strumenti di protezione individuale di cui tutte le imprese devono dotarsi a causa dell’emergenza COVID-19.

Il procedimento che le imprese dovranno eseguire per ottenere il rimborso è indicata nel Bando pubblicato sul sito internet INVITALIA, denominato “IMPRESA SICURA”, di cui si riporta il link

https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/emergenza-coronavirus/impresa-sicura

La domanda dovrà essere presentata interamente online tramite il sito dell’Ente gestore a partire dal prossimo 11 maggio.

Beneficiari del presente contributo potranno essere tutte le imprese italiane, indipendentemente dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato comprese anche le imprese che adottano il regime forfettario.

Le spese ammissibili al contributo sono:

  • –    Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3
  • –    Guanti in lattice, in vinile e in nitrile
  • –    Dispositivi per protezione, quali tute e/o camici
  • –    Calzari e/o copricapi
  • –    Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea
  • –    Detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

Tali spese saranno ammissibili al contributo solo se sostenute dalla data di pubblicazione del decreto Cura Italia, ossia dal 17 marzo 2020, sino alla data della prima delle tre fasi di cui si compone la procedura di presentazione della domanda, denominata “Fase 1 – Prenotazione del rimborso” e che non può andare oltre il 18 maggio 2020.

La spesa minima per i dispositivi di cui sopra dovrà essere ameno pari a 500 euro, e dovrà essere comprovata da fattura e pagamento tracciabile effettuato tramite il conto corrente dell’impresa.

La spesa massima non può essere superiore a €. 500 per ciascun addetto dell’impresa, fino a un massimo complessivo di €. 150.000.

Il contributo consiste nel rimborso del 100% delle spese ammissibili, nei limiti delle risorse disponibili e fino ad esaurimento delle stesse.

Sarà quindi indispensabile farsi trovare pronti per la presentazione della domanda già a partire dal prossimo 11 maggio, primo giorno utile per la trasmissione della domanda per l’accesso al contributo, al fine di non rischiare di vedersi rigettata la domanda a causa dell’esaurimento dei fondi messi a disposizione.

Infine si ricorda che accanto a tale contributo l’art. 64 del decreto Cura Italia, prevede per il periodo di imposta 2020 il riconoscimento ai soggetti esercenti attività di impresa e arte o professione di un credito di imposta pari al 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro.

Per qualunque chiarimento o per procedere con la presentazione della domanda, non esitate a contattare lo Studio Lo Torto (Commercialista Ostia).