REQUISITI REGIME FORFETTARIO – Lavoratori Dipendenti

REQUISITI REGIME FORFETTARIO

REQUISITI REGIME FORFETTARIO – Lavoratori Dipendenti

La legge di Bilancio 2020 ha apportato modifiche al regime forfettario, reintroducendo due “vecchie” cause ostative che solo lo scorso anno erano state cancellate dalla legge di Bilancio 2019. Una di queste riguarda l’incompatibilità del regime forfettario con eventuali redditi di lavoro dipendente maggiori a 30.000 euro posseduti dal contribuente nell’anno precedente, ossia nell’anno 2019.

Quindi, da una interpretazione letterale della norma, in presenza di redditi da lavoro dipendete superiori a 30.000 euro nel 2019, con decorrenza dal 1 gennaio 2020 il contribuente non potrà applicare il regime forfettario né tantomeno potrà accedervi.

Tuttavia, un diverso orientamento ritiene invece che il superamento della nuova soglia debba essere verificata al 31 dicembre 2020 e, nel caso, non applicare il forfait a decorrere dal  1° gennaio 2021. Se questa interpretazione fosse corretta, la possibilità di applicare il regime forfettario nell’anno 2020 sarebbe del tutto svincolata dal reddito di lavoro dipendente percepito nell’anno 2019.

L’orientamento secondo cui la novella troverebbe applicazione verificando la nuova causa ostativa nell’anno 2020, anziché nel 2019, è essenzialmente fondata sull’applicazione dello Statuto del Contribuente.

In particolare, l’art. 3, comma 2, dello Statuto prevede che “in ogni caso, le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al sessantesimo giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell’adozione dei provvedimenti di attuazione in esse espressamente previsti”.

Sulla scia di tali disposizioni i dottori commercialisti hanno chiesto conferma alla Pubblica Amministrazione sul fatto che la nuova norma non fosse immediatamente applicabile,  dovendosi invero effettuare un controllo a consuntivo (quindi nel corso del 2020) per verificare al 31 dicembre 2020 il superamento o meno del limite.

Ad oggi tuttavia, a discapito dei contribuenti chiamati in causa,  non vi sono stati ancora chiarimenti ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Non ci resta che aspettare una (speriamo) celere pronuncia da parte della Pubblica Amministrazione.

Requisiti Regime Forfettario: introdotto il limite dei 30.000 euro di reddito da lavoro dipendente.

Per chiarimenti o informazioni, non esitate a contattare lo Studio Lo Torto (Commercialista Fiumicino) o a recarvi presso le nostre sedi a Ostia, Acilia o Roma (Zona EUR).