E-COMMERCE: NESSUN OBBLIGO DI REGISTRATORE DI CASSA TELEMATICO

Le cessioni di beni tramite commercio elettronico indiretto (e-commerce) sono assoggettate alla stessa disciplina fiscale delle vendite per corrispondenza e come tali sono dunque esonerate da qualsiasi obbligo di emissione di scontrino (ora “documento commerciale”) e quindi di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. Resta, in ogni caso, fermo l’obbligo di emissione della fattura in caso di esplicita richiesta del cliente.

Ciò è stato confermato dall’Agenzia delle Entrate con l’interpello n.238/2020, secondo il quale i compensi percepiti derivanti dal commercio elettronico sono soggetti ad obbligo di annotazione esclusivamente sull’apposito registro dei corrispettivi, senza nessun obbligo di utilizzo di registratori di cassa telematici.

Si ricorda che per commercio elettronico indiretto si intende una transazione che viene effettuata tramite siti internet (e non dunque presso un negozio fisico), a cui fa seguito la consegna materiale del bene all’acquirente.

Viceversa, per commercio elettronico diretto si intende la vendita tramite siti internet di prodotti virtuali o di servizi quali ad esempio: file, siti web, immagini, software, testi, corsi , ecc.

Per richiedere ulteriori informazioni o per organizzare un incontro gratuito, non esitate a contattare lo Studio Lo Torto (Commercialista Fiumicino).